Blog

FRITOA O CROSTOLI

Finalmente è arrivato il tanto atteso periodo dell’Anno, quello più giocoso, colorato e pazzerello per grandi e bambini. Non solo gioco e divertimento, ma anche buon gusto a tavola con i dolci tipici del territorio Veneto.

Le specialità della Festa: Frittelle e crostoli!

La frittella, detta in dialetto veneto ” ea fritoa” (che significa anche “piagnucolone, pauroso”). ha storiche origini nella Venezia della Serenissima Repubblica ad opera di alcuni pasticceri chiamati “fritolieri”, del 1600. Considerata da sempre il dolce tipico veneziano, nel corso dei secoli le regioni vicine ed altre città italiane adottano una propria versione della ricetta originale, aggiungendo crema, zabaione e canditi.

Ecco la ricetta per Voi:

280 farina bianca “00”
50 zucchero
4 uova
25 l latte
1 cubetto di lievito di birra
30 uvetta sultanina
buccia di un limone o di un arancio
zucchero grezzo
sale
olio di semi  per friggere

I Crostoli, invece, sono delle strisce di pasta tagliata in forma di nastro, lungo o corta, chiamati Galan in dialetto veneziano. Conosciuti già dagli antichi romani che li chiamavano frictilia, strisce di pasta fritte nel grasso di maiale, consumati durante le feste di primavera. Questi deliziosi dolcetti che accompagnano il Carnevale, vi consigliamo  di gustarli con un ottimo bicchiere di Fior D’arancio dei Colli Euganei!

Ecco la ricetta per Voi:

500g di farina
2 rossi d’uovo
1 uovo intero
30g di burro
1 pizzico di sale
1 cucchiaio di zucchero vanigliato
1 bicchiere di vino bianco o grappa
olio per friggere
zucchero grezzo

 

Buon Carnevale!